nominate

(redirected from nominare)
Also found in: Dictionary, Thesaurus, Legal.
Related to nominare: liberare, sentire

nominate

(of a TAXON) bearing the same name as its immediately superior taxon and is its type. For example in the redshank, Tringa totanus totanus is the nominate form of the species.
References in periodicals archive ?
Hoc in altero caso Consilium tenetur, intra mensem, novum Vicarium iuxta dicta nominare (n.
gt;> (a Lodovico, 1 ottobre 1916); <<Mi pare perfino ridicolo nominare con tanta frequenza questa parola: fine della guerra, la pace, mentre tutto concorre a farla vedere lontana>> (a Lionello Nardini, Brescia, 26 ottobre 1916); <<Ma bisogna saper sfruttare anche i valori spirituali e morali della guerra [.
Ubi ne (que) galus canta Ne (que) galina cacena Ubi ne (que) aratore [ara] Ne (que) seminator semina Ubui ne (que) nula nominare sun (Xulio Viejo Fernandez, 2001:143).
Nunc ergo, fratres karissimi, in omnium primordiis sanctorum nobis nominare, laudare et glorificare condecet eum qui cunctos condidit sanctos, per quem omnia facta sunt, per quem cuncta subsistunt elymenta.
Tale articolo contiene una dettagliata descrizione della figura del Mediatore europeo, nonche delle modalita di nomina e delle competenze dello stesso, prevede che sia il Parlamento Europeo a nominare il Mediatore.
La canzone pio sentita, e quella interpretata: Jacques Brel, Nina Simona, Edith Piaf, sono solo tre esempi pero sono molti di pio quelli che si potrebbero nominare.
Il problema, tanto per il teatro quanto per la cultura, e nominare e dirigere queste ombre [.
Infatti, per oltre cinquant'anni a tutt'oggi il numero di opere mai prima sentite nominare e poi scoperte, riconosciute, periziate e avallate sul mercato da critici rabdomanti e incomparabilmente superiore al numero di quelle documentate nelle fonti pur abbondanti ed esaurienti.
44; o el decreto real de 1656 para los reinos de Espana en el cual <<dal re fu proibito al suoi consiglieri proporgli di pregare il Papa per la traslazione di un vescovo da una chiesa inferiore ad una superiore, a cui ha il diritto di nominare, se non dopo otto o dieci anni di governo lodevole nella prima Chiesa>>, cfr.
lt;<Se ai due universali valori prammatici, di cui l'umanita va debitrice a Roma, Giure e Cattolicesimo, dovesimo aggiungere un terzo, altrettanto imperituro nei secoli, non a torto potremmo nominare l'Enciclopedia in quanto organizzazione armonica e unitaria della cultura umana (1)>>.
Le bambine infatti, scrive Gabriella Seveso, <<non si sentono mai nominare, perse in un linguaggio che privilegia il maschile e l'erige a neutro universale e in un sistema di genealogie che occultano il femminile>> (16).