discrete

(redirected from discernere)
Also found in: Dictionary, Thesaurus, Encyclopedia.

discrete

 [dis-krēt´]
made up of separated parts; characterized by lesions that do not become blended.
Miller-Keane Encyclopedia and Dictionary of Medicine, Nursing, and Allied Health, Seventh Edition. © 2003 by Saunders, an imprint of Elsevier, Inc. All rights reserved.

dis·crete

(dis-krēt'), Do not confuse this word with discreet.
Separate; distinct; not joined to or incorporated with another; denoting especially certain lesions of the skin.
[L. dis- cerno, pp. -cretus, to separate]
Farlex Partner Medical Dictionary © Farlex 2012

discrete

Confined to a particular area; usually understood to mean well circumscribed.
Segen's Medical Dictionary. © 2012 Farlex, Inc. All rights reserved.

dis·crete

(dis-krēt')
Separate; distinct; not joined to or incorporated with another; denoting especially certain lesions of the skin.
[L. dis-cerno, pp. -cretus, to separate]
Medical Dictionary for the Health Professions and Nursing © Farlex 2012
References in periodicals archive ?
Lo spettatore invece si "ridesta" dal suo abbaglio attraverso l'applicazione del codice di genere, l'unico criterio per discernere verita e inganno.
Ma su un piano concettuale, malgrado sia difficile valutare quanto l'uomo rinascimentale potesse discernere le implicazioni filosofiche di un primitivismo incline a leggere nella storia umana un processo di evoluzione naturale e propenso a escludere da quella evoluzione ogni operazione divina, sara da rimarcare quella aderenza a idee in qualche modo audaci.
La scrittura poetica delle donne fatica a trovare un riconoscimento critico che non sappia di reperto antropologico o di ghettizzazione stilistico-tematica, e che sappia piuttosto discernere, nel paesaggio multiforme di quei versi, diversita ed appartenenze.
Potremmo dire che ripartiamo da Metti una sera a cena nell'analisi dell'impossibilita di definire i legami amorosi, di spezzarli, di discernere il vero dal falso, braccati come siamo dall'inevitabile solitudine...
Il Re e le donne entrano dentro acio lui non sia cognossuto fra le donne, vede li sui per uno vedro grando che e nel petto del serpente.Lui e le donne se ponno vedere, ma non si puo discernere quale e lo Re.
When he attends to a sick peasant, he describes the room as dark: "La stanza era buia, a malapena potevo discernere, nella penombra, delle contadine" (20).
Gli dei pagani non riconobbero le sue doti, mentre il Dio di Dante riesce a discernere queste virtu (Hollander, 1980: 203).
Infatti la risposta di Agostino e una parafrasi del passo I, 3 del De natura deorum di Cicerone (9): "Questo errore ti precipitera fra le follie dell'animo, la dove verranno meno il pudore e il rispetto, la ragione che dovrebbe frenare le passioni e la conoscenza della verita." (10) L'Agostino del De utilitate credendi si limita invece ad affermare che nessuna societa puo permettersi di rimanere incolume quando si presta fede solo a cio che si puo discernere. (11) E soprattutto il discorso di Agostino e inserito in un testo che si ripromette di dimostrare la validita della fede cristiana e non certo di mettere in discussione l'esistenza dell'oltretomba.
La stanza era buia, a malapena potevo discernere, nella penombra, delle contadine che si lamentavano e piangevano (Levi, 1990: 9).
Quando Giannotto argomenta per contrasto il relativo merito delle religioni cristiana e giudaica, la sua cogente retorica si appoggia ad un preciso precedente storico: lo 'ncomincio a pregare che egli lasciasse gli errori della fede giudaica e ritornassesi alla verita cristiana, la quale egli poteva vedere, si come santa e buona, sempre prosperare e aumentarsi; dove la sua, in contrario, diminuirsi e venire al niente poteva discernere. (Decameron I, 2, 6)
E proprio la storia del botanico e delle sue palme a riportarci a Calvino e alle Citta invisibili, nel mezzo della devastazione della rovina, Kublai Khan trovava spazio per pensare solo nelle citta visionarie disegnate per tratti essenziali da Marco Polo, nella leggerezza onirica delle sue scene urbane, sposata anche da Rosi: "solo nei resoconti di Marco Polo, Kublai Kan riusciva a discernere, attraverso le muraglie e le torri destinate a crollare, la filigrana d'un disegno cosi sottile da sfuggire al morso delle termiti" (Calvino, 2001: 5).
Diviene infatti sempre piu difficile nei romanzi naturalisti, da Flaubert in poi, discernere con sicurezza la posizione ideologica dell'autore, la cui voce si confonde (si eclissa, per usare una metafora verghiana) nella polifonicita del tessuto narrativo.