Crede

(redirected from credere)
Also found in: Dictionary, Thesaurus, Legal, Financial, Encyclopedia.
Related to credere: Del credere, Del credere agent

Cre·dé

(krĕ-dā'),
Karl S.F., German obstetrician and gynecologist, 1819-1892. See: Credé methods.
References in periodicals archive ?
Questo e il "sogno" dell'io narrante, di poter credere che le gocce siano "incapaci .
Inasmuch as reason inclines the will to the act of faith, it is credere Deo.
14) His endeavor to rethink "modernity" is most evident in Denaro e comunita, Credere nello Stato?
Con il Concilio Vaticano II, i cattolici affermano che credere significa abbandonarsi interamente a Dio, che ci libera dalle tenebre del peccato e della morte e ci desta alla vita eterna.
Et sic credere ista est infidelitas, sed oportet dici ea esse delusionem phantasiae.
It described these new techniques and Introduced the terms debit and credit (anglicized versions of the Latin words debere and credere that respectively mean "to owe" and "to entrust").
Vi sono infatti molti passi problematici nei quali e difficile credere che il testo dei codici, sebbene piu o meno suffragato dalla testimonianza della RB, sia l'esito di una consapevole attivita redazionale e non abbia piuttosto assorbito corruttele e interpolazioni frequenti in ogni tradizione manoscritta.
me lectori credere mallem: Quam spectatoris fastidia ferre superbd
acentua mas el credere in Deum que el credere Deum"--esto me recuerda expresiones de Tello--, con todo, "no esta vacia de contenidos, sino que los descubre y expresa mas por via simbolica que por el uso de la razon instrumental".
Credere (or "Believe"), the weekly magazine of the Pauline Fathers, reported that a miracle involving the birth of a baby in California in the 1990s has been attributed to the late Italian pope.
According to the Italian weekly magazine Credere of the Pauline Fathers, cardinals and bishops who are members of the Sacred Congregation for the Causes of Saints will meet on May 5 to confirm the miracle.
it) Ma dall'altro lato va evitata attentamente la riduzione dei pelagiani (e dei semi-pelagiani come erano accusati alcuni gesuiti radicali) secondo cui "l'uomo, in base al suo arbitrio naturale, e grazie alia luce naturale, basta a se stesso per credere e operare cio che e necessario alia salvezza" (14).