Aspro

(redirected from ASPRA)
Also found in: Dictionary, Acronyms.

Aspro

A brand name for ASPIRIN.
References in periodicals archive ?
/ Lieti, poiche, creato, il redemisti / dal primo error di sua misera sorte; / tristi, a sentir c'a la pena aspra e forte, / servo de' servi in croce divenisti.
Li cantori infrascitti sono a chi si potrebbe dare ricompensa per havere qualche diffetto nella voce, et in cambio loro rimettere alla giornata degli altri, che non habbiano voce aspra o rauca ne disona, ma canora, suave, et chiara
(1) This article is largely based on my book entitled Cien Radykalizmu; pojecie radykalizmu w swietle teorii ruchow spolecznych, published by ASPRA, Centrum Europejskie Uniwersytetu Warszawskiego, Warszawa 2016.
faire une verte semonce a qqn--a face o dojana aspra etc.
O orientare aspra intr-o relate delicata: straduintele UE pentru minoritati, in Altera, 20-21, anul IX.
"Our goal is to work with you to agree to a negotiated transaction," Genomma chairman and chief executive officer Rodrigo Herrera Aspra wrote in a letter to Prestige chairman and CEO Matthew Mannelly.
Tanto asi que Athina Tsangari situa esta fabula de iniciacion a la vida adulta en Aspra Spitia, esa ciudad industrial disenada por una compania de produccion de aluminio en los anos sesenta, un tanto la Brasilia griega; el entorno es monotono, el mar gris y el cielo blanquizco.
Superamento, cioe Uberwindung: e una parola chiave, e anche aspra, nel linguaggio di Nietzsche>> (81).
Aunque se busco repetidamente una entrevista con el ingeniero Gamboa Rullan o con el presidente de los laboratorios, Rodrigo Herrera Aspra, solo aceptaron el envio de un cuestionario escrito a su publirrelacionista, Shalia Nunez, quien de plano se nego a responderlo.
This is the view of the poem put forward by Erminia Ardissino in her recent book L'aspra tragedia.
(Cappabianca, 2014: 132) Dunque, possiamo affermare che in Eduardo quando l'illusione si perde nella fantasia, si rifugia in essa, e il momento in cui si rifiuta la realta aspra, dura, indefettibile; e quando si affronta la realta, e la si guarda in faccia senza tema di esserne bruciati nel nulla, si entra nel territorio dell'Assurdo: di cio che e inconcepibile, incomprensibile, indicibile, per cui, come Zi' Nicola, e preferibile morire (un personaggio che ambiguamente, appunto, puo essersi tolto la vita volontariamente).
Riprendendo la lezione di uno dei suoi punti di riferimento, insieme a Saussure e Croce e Gramsci il Wittgenstein delle Ricerche filosofiche, la riflessione sul semplice e sul complesso nel linguaggio lo porta a riscoprire la complessita del semplice, la tortuosa, aspra, mai banale via per arrivare a produrre testi che abbiano l'obiettivo di riuscire a farsi capire.