discrete

(redirected from discernere)
Also found in: Dictionary, Thesaurus, Legal, Encyclopedia.

discrete

 [dis-krēt´]
made up of separated parts; characterized by lesions that do not become blended.

dis·crete

(dis-krēt'), Do not confuse this word with discreet.
Separate; distinct; not joined to or incorporated with another; denoting especially certain lesions of the skin.
[L. dis- cerno, pp. -cretus, to separate]

discrete

/dis·crete/ (dis-krēt´) made up of separated parts or characterized by lesions which do not become blended.

discrete

[diskrēt′]
Etymology: L, discretus, separated
1 individually distinct.
2 composed of distinct parts.

discrete

Confined to a particular area; usually understood to mean well circumscribed.

dis·crete

(dis-krēt')
Separate; distinct; not joined to or incorporated with another; denoting especially certain lesions of the skin.
[L. dis-cerno, pp. -cretus, to separate]

discrete

separate; distinct; non-merging

discrete

made up of separated parts; characterized by lesions that do not become blended.
References in periodicals archive ?
Lo spettatore invece si "ridesta" dal suo abbaglio attraverso l'applicazione del codice di genere, l'unico criterio per discernere verita e inganno.
Ma su un piano concettuale, malgrado sia difficile valutare quanto l'uomo rinascimentale potesse discernere le implicazioni filosofiche di un primitivismo incline a leggere nella storia umana un processo di evoluzione naturale e propenso a escludere da quella evoluzione ogni operazione divina, sara da rimarcare quella aderenza a idee in qualche modo audaci.
La scrittura poetica delle donne fatica a trovare un riconoscimento critico che non sappia di reperto antropologico o di ghettizzazione stilistico-tematica, e che sappia piuttosto discernere, nel paesaggio multiforme di quei versi, diversita ed appartenenze.
maximum nullum ex innumeris variisque vitiis esse, a quo etam ii, qui ad quaeque excelsa eriguntur, aegrius liberentur quam ab honorum imperiique cupiditate"; 185: "Libido imperandi"; 1994 "regnandi inquam cupiditate delinitus"; 195: "Assuetus enim potestatibus atque imperio vir et dulcedine captus non sine difficultate discedit, sed cum verum bonum ab eo, quod falsa opinione bonum putatur, discernere potuerit, illud tandem antepoint"; 210-11, "Ambitio enim, quae, ut in Iunone ita in bellicoso viro exprimitur, quemadmodum Troiae et voluptati adversabatur, sic et speculationi, quam sibi praeferri aegre patitur, adversabitur.
Quando dunque Zurlo riflette sull'essenza del teatro poliziesco, si accorge che il segreto e tutto nella differenza fondamentale che corre fra la scena e la vita, ed e forse la ragione per cui nel suo ufficio di censore accadeva non di rado (giacche possedeva anche indubbie qualita nel discernere i pregi artistici delle opere sottoposte alla sua vigile attenzione) che il divertimento del lettore superasse di gran lunga la preoccupazione del censore.
Lui e le donne se ponno vedere, ma non si puo discernere quale e lo Re.
When he attends to a sick peasant, he describes the room as dark: "La stanza era buia, a malapena potevo discernere, nella penombra, delle contadine" (20).
Per criticarne drasticamente, intendo, il miope utilitarismo spicciolo, incapace di discernere l'inutilita, ai fini della produzione di senso e di gioia nella nostra vita, della velocita e della quantita delle produzioni materiali di cui ci possiamo circondare.
10) L'Agostino del De utilitate credendi si limita invece ad affermare che nessuna societa puo permettersi di rimanere incolume quando si presta fede solo a cio che si puo discernere.
La prima e quella secondo cui l'uomo e un animale, ed essa e comune ali'uomo e agli altri animali; la seconda e la natura che e propria dell'uomo in quanto uomo, cioe nel senso che egli e in grado di discernere cio che e indecente e cio che e onesto.